Obbligo di denuncia di infortunio agricolo

Il titolare dell’azienda agricola è tenuto a denunciare l’infortunio sul lavoro occorso a se stesso, ai propri coadiuvanti, che comporti almeno tre giorni di prognosi, anche nel caso in cui l’infortunio sia avvenuto nel tragitto percorso per andare o rientrare dal lavoro.
Non basta quindi andare al Pronto soccorso o dal medico curante per evitare la sanzione, ma entro i due giorni successivi all’infortunio, è necessario inviare all’Inail e all’autorità di pubblica sicurezza sia il certificato medico che la denuncia di infortunio
Si ricorda che la mancata, ritardata o incompleta denuncia di infortunio sia nei confronti dell’Inail che nei confronti dell’autorità di pubblica sicurezza comporta l’applicazione di una sanzione da un minimo di 1.290,00 euro ad un massimo di 7.745,00 euro.
Al fine di evitare l’applicazione di sanzioni ed ottenere tutte le prestazioni previste dalla legge, è necessario che in caso di infortunio sul lavoro il titolare di azienda e l’infortunato stesso prendano contatto tempestivamente con gli uffici del patronato ENAPA che vi assisterà gratuitamente.

Forse ti interessa anche...