A spasso tra i laghi

riva-di-solto

Partendo dalla Val Cavallina l’itinerario di una o più giornate si snoda tra i Laghi d’Endine e d’Iseo, svelando paesaggi, storia e tradizioni dove denominatore comune è l’acqua.

CASAZZA, IL MUSEO DELLA VALLE E I CASTELLI
Il percorso prende il via da Casazza per una visita al Museo della Val Cavallina, dove sono raccolti materiali storici, ambientali e antropologici che documentano storia, attività e tradizioni del territorio, fra cui quelle legate all’acqua e ai suoi utilizzi. Del Lago di Endine, il cui bacino si allunga per buona parte della Valle, si ha una splendida vista panoramica dal Castello di Bianzano, antico maniero di origini medievali posto alla sommità della collina dove sorge l’omonimo borgo, sede ogni anno di una spettacolare rievocazione storica: il matrimonio tra Giovanni di Baldino Suardo e Bernarda Visconti, figlia di Bernabò. Scendendo verso il lago, un’altra dimora storica è tra le attrazioni della Valle, il Castello di Monasterolo, antico comune situato sulla sponda sinistra del lago, apprezzato anche per l’offerta turistica costituita da escursioni, sport acquatici e punti di ristoro disseminati lungo il litorale.

L’ORRIDO DEL BÖGN
La tappa intermedia raggiunge il Lago d’Iseo in località Riva di Solto, sulla sponda occidentale del lago. Qui, i dintorni offrono paesaggi di rara bellezza, come l’Orrido del Bögn, altissima rupe che lungo la strada rivierasca in direzione di Lovere, interamente scavata nella roccia, si tuffa a picco nel lago. Continuando per Lovere, l’itinerario prevede la traversata del lago verso Montisola.

AL CENTRO DEL LAGO – MONTISOLA
Non si può assaporare il lago senza una breve escursione a Montisola. Fiore del Sebino, la più grande isola lacustre d’Europa spunta al centro del lago ed è facilmente raggiungibile grazie ai numerosi traghetti in navigazione da e per le località turistiche disseminate lungo le sponde bergamasche e bresciane. Numerose le attrazioni artistiche, quali la Rocca dei Martinengo e la Chiesa della Madonna della Ceriola. Consigliabile anche una visita al piccolo Museo della Pesca che, posto nei pressi dell’imbarcadero, offre un’interessante documentazione sulle attività dell’isola.

GRANDI PIAZZE AFFACCIATE SUL LAGO – SARNICO
Tornando da Montisola, si può raggiungere Sarnico, località che grazie al lago si lascia ammirare per gli incantevoli paesaggi, godibili anche in escursioni a bordo di motonavi, fra i quali spuntano le due ville Liberty dell’architetto Giuseppe Sommaruga: tra gli esempi più eloquenti di architettura Liberty in Lombardia. Infine, il centro storico conserva testimonianze dell’antico borgo medievale, mentre esempi d’arte rinascimentale e barocca sono presenti in Palazzo Gervasoni, sede della preziosa Pinacoteca Gianni Bellini, e nella settecentesca Chiesa Parrocchiale, dedicata a S. Martino di Tours.

LUNGO IL PERCORSO…
Suggerimenti per una sosta eno-gastronomica e per alloggiare immersi nella natura.
Società agricola Locatelli-Caffi (Chiuduno)
Tenuta Castello di Grumello (Grumello del Monte)
Azienda agricola Cascina Clì (Riva di Solto – Zorzino)
Azienda agrituristica Medolago Albani (Trescore Balneario)

Forse ti interessa anche...