Expo: dalle “Bandiere Blu” alle “Spighe Verdi”

Giovedì 1 ottobre 2015 Confagricoltura e FEE Italia (Foundation for Environmental Education) presenteranno il progetto “Spighe verdi” volto a favorire lo sviluppo sostenibile dell’ambiente rurale e destinato soprattutto ai Comuni delle aree interne del Paese.

“Spighe Verdi” si basa sull’esperienza di FEE nella gestione del programma internazionale “Bandiera Blu”, un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri di gestione sostenibile integrale del territorio, attraverso un iter procedurale certificato UNI EN ISO 9001-2008, che vanta 28 anni di applicazione in 67 Paesi al mondo.

“Spighe Verdi” ha l’obiettivo di mettere a disposizione dei Comuni che aderiranno all’iniziativa uno strumento per semplificare la gestione ambientale e favorire lo sviluppo sostenibile. Non sarà solo un marchio, ma l’espressione di un processo di miglioramento continuo per contribuire alla salvaguardia delle risorse ambientali, alla conservazione del paesaggio, al corretto uso del suolo, alla valorizzazione dei centri storici e degli aspetti culturali dei luoghi, per finire con lo sviluppo turistico e l’educazione ambientale.

In sintesi, il progetto ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo dei territori, soprattutto nelle aree interne del Paese, con positive ricadute anche sul turismo, la commercializzazione dei prodotti agricoli e dell’artigianato.

La lunga esperienza internazionale di FEE nella gestione di programmi di educazione ambientale, la presenza capillare di Confagricoltura sul territorio, anche attraverso il progetto EcoCloud dedicato alla sostenibilità economica ambientale e sociale, il coinvolgimento delle Amministrazioni interessate, saranno le basi per lo sviluppo del progetto.
Il progetto “Spighe Verdi”, sarà presentato li 1° ottobre 2015, alle ore 10.30 a Milano, presso la Casa degli Atellani, Vigna di Leonardo, Corso Magenta 65.

Forse ti interessa anche...