Operazioni di credito di funzionamento. Contributo in conto interessi alle aziende agricole

E’ stato approvato il bando regionale contenente le modalità operative per le agevolazioni finanziarie al credito di funzionamento (di seguito il link).

download2 21-stralcio_burl_seo51_22-12-2016

I termini di presentazione delle domande di contributo sono fissati dal 9 gennaio p.v sino ad esaurimento delle risorse disponibili (pari a 4 Mln) che saranno comunicate sul Burl con apposito atto dalla parte della Direzione Generale Agricoltura della Regione Lombardia.
Il bando è finalizzato a sostenere il fabbisogno di liquidità necessaria al funzionamento delle imprese agricole mediante la concessione di contributi in conto interesse e si rivolge alle imprese associate che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli con sede operativa nel territorio lombardo, iscritte al registro delle imprese della C.C.I.A.A. alla sezione speciale “impresa agricola” o alla sezione “coltivatore diretto” e che abbiano attivato il Fascicolo Aziendale informatizzato nel sistema informativo. Sono escluse dall’agevolazione, le aziende che si trovano in stato di liquidazione, di fallimento, di amministrazione controllata o concordato preventivo e le aziende che non rispettano il requisito della sede “operativa sul territorio lombardo”.
Il contributo in conto interessi viene erogato a fronte di finanziamenti concessi dagli istituiti di credito convenzionati (il cui elenco sarà prossimamente disponibile nella sezione “documenti” sul sito istituzionale di Finlombarda) di importo minimo pari a € 20.000.= e di un massimo pari a € 100.000.= (anche se in presenza di un finanziamento di importo superiore) con durata non inferiore a 24 mesi o superiore a 60 mesi comprensiva dell’eventuale preammortamento di durata massima di 12 mesi. A tale riguardo, si precisa che sono esclusi dall’aiuto, i finanziamenti già in essere alla data del 9 gennaio 2017. In ogni caso, l’importo massimo del contributo concedibile sarà inferiore a 15.000.=, nel rispetto del Regime De minimis agricolo e sarà erogato in un’unica soluzione per il tramite dell’Istituto Proponente .
La domanda può essere presentata dalle aziende interessate direttamente agli istituti di Credito che sono in fase di convenzionamento, secondo le modalità di cui al punto 3 dal bando in parola ed, entro 60 gg dalla ricezione delle istanze, Finlombarda in qualità di soggetto gestore, svolgerà le relative istruttorie il cui esito sarà trasmesso, mediante appositi elenchi, alla D.G.A per il rilascio dell’eventuale provvedimento di concessione.

Forse ti interessa anche...