Ceta, arriva il plauso di Confagricoltura – Lasagna: «L’accordo UE-Canada sarà un bene per tutti»

«La conclusione dei negoziati relativi all’accordo di libero scambio tra Canada ed Unione Europea ha sicuramente segnato a favore delle nostre imprese il riconoscimento degli standard produttivi e qualitativi europei, come nel caso di molte Igp». Parole del presidente di Confagricoltura Lombardia Matteo Lasagna, pienamente a favore del Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement, letteralmente “Accordo economico e commerciale globale”), approvato pochi giorni fa dal Parlamento Europeo con 408 voti a favore, 254 contrari e 33 astensioni. L’approvazione del trattato aveva ricevuto pesanti critiche, con posizioni di netta chiusura nei confronti dell’accordo euro-canadese. Tra le invettive mosse, il fatto che la firma del trattato potesse trasformarsi in un regalo alle grandi lobby industriali: «In realtà, spiega Matteo Lasagna, per la prima volta prodotti Dop e Igp verranno riconosciuti anche al di fuori dei confini europei». Chi contesta afferma che i produttori canadesi potranno continuare a vendere prodotti simil Asiago, Gorgonzola, Fontina, fino ad arrivare al tristemente noto “Parmesan”: «Sì, chiarisce Lasagna, ma tali prodotti avranno l’obbligo di riportare in etichetta la dicitura “Made in Canada”. In tal modo l’unicità di Dop e Igp europee verrà salvaguardata. In Italia poi non entreranno carni gonfiate con ormoni o prodotti trattati con il glifosate, i consumatori possono stare tranquilli».

Forse ti interessa anche...