Modalità di gestione del divieto invernale di distribuzione degli effluenti di allevamento

Come già avvenuto nel 2016, le disposizioni regionali per l’applicazione della Direttiva nitrati (PdA 2016-2019 per le zone vulnerabili e Linee guida per le zone non vulnerabili), hanno previsto che Regione Lombardia predisponga appositi bollettini agrometeorologici per la definizione dei 28 giorni di divieto da applicare nei mesi di novembre e di febbraio.
La modalità di gestione del divieto, modulato per sei zone omogenee (La provincia di Bergamo ricade a cavallo tra due zone – pianura centrale e Prealpi orientali), sarà operativamente e temporalmente più coerente con le condizioni meteorologiche e agronomiche locali.
In sostanza:

– Il blocco entrerà in vigore a partire dal 1 novembre 2017.

– Nel mese di Novembre, all’inizio di ogni settimana verrà emesso il bollettino nitrati che, in funzione delle previsioni meteorologiche, e della zona omogenea darà la possibilità di svolgere o meno le operazioni di distribuzione dei reflui.

– Nei mesi di Dicembre e Gennaio sarà in vigore il DIVIETO TOTALE di spandimento dei reflui.

– Nel mese di Febbraio 2018 riprenderà l’emissione del bollettino meteorologico come per il mese di novembre.

– È possibile che alcuni comuni decidano autonomamente di vietare lo spandimento anche se consentito dal bollettino nitrati, secondo gli accordi sul piano “Aria Bacino Padano per il miglioramento della qualità dell’aria”. In tal caso si suggerisce sempre di chiedere autorizzazione al comune prima di procedere allo spandimento onde evitare eventuali sanzioni.

Forse ti interessa anche...