Celebrata il 22 giugno l’assemblea dei soci di Confagricoltura Bergamo

Si è svolta il 22 giugno scorso, in questa occasione in forma privata, nella splendida e ospitale cornice della Vecchia Filanda di Brusaporto, l’assemblea annuale dei soci di Confagricoltura Bergamo.
Nella prima parte dell’assise, dedicata all’assolvimento degli adempimenti statutari, dopo l’approvazione dei rendiconti economici, si è provveduto al rinnovo del Collegio dei revisori dei conti, con la conferma dell’incarico triennale a Gian Battista Arrigoni e Giovanni Castelli e con la nomina del dott. Paolo Villa all’incarico di presidente (con i signori Giacomo Della Volta, Pierino Moleri e Mario Vitali chiamati a fungere da revisori supplenti), nonché del Collegio dei probiviri che ha visto riconfermati l’avv. Ignazio Bonomi, il dott. Alessandro Masera e il dott. Franco Verdelli.
La scelta del Presidente e del Consiglio Direttivo di adottare la formula di un’assemblea “a porte chiuse” è stata dettata dalla volontà di favorire il confronto interno tra i soci, dopo che il recente rinnovo degli Organi direttivi ha confermato la tendenza all’innesto di figure giovani e, soprattutto, un sostanziale cambiamento nelle modalità operative degli Organi stessi.
E il dibattito che ha fatto seguito alla relazione del Presidente Giavazzi, improntata a mettere in rilievo questo nuovo corso e che ha offerto peraltro numerosi spunti di discussione, non è certo mancato, anzi è stato più vivo e partecipato del solito.
Ampi stralci della relazione del Presidente, un sunto degli interventi dei soci e le conclusioni dell’ottimo Bertolasi, direttore di Confagricoltura Lombardia e, per così dire, unico “ospite esterno” dei lavori, sono pubblicati sul numero in uscita del Corriere Agricolo al quale rimandiamo per ogni approfondimento.

Forse ti interessa anche...