Azienda Agricola Il Cipresso

RECAPITI AZIENDALI
Via Cerri, 2
24020 Scanzorosciate (BG)
Tel/Fax +39 0354597005
a.cuni@ilcipresso.info
www.ilcipresso.info
Facebook/Instagram @ilcipressowinery

PROFILO DELL’AZIENDA

L’azienda vinicola “Il Cipresso” è sita attorno ad una villa del Seicento, nella suggestiva conca del Comune di Scanzorosciate, luogo di antica vocazione vinicola.
Si articola su quattro ettari di filari allevati col sistema del ritocchino esposti in modo ottimale al sole e drenati naturalmente grazie alla marna-calcarea che caratterizza il terreno. L’ottima posizione e l’altitudine garantiscono inoltre una ventilazione costante.
La produzione dell’azienda rispetta la migliore tradizione orobica con il Valcalepio rosso “Dionisio”, il rosso Riserva “Bartolomeo”, il bianco “Melardo” e con il Moscato di Scanzo “Serafino”, fiore all’occhiello de Il Cipresso. Una piccola produzione va anche ai distillati, con “Matilde” grappa ottenuta dalla distillazione delle vinacce di Moscato di Scanzo.
Il 2010 vede l’introduzione dello spumante rosso “Alberico” ottenuto da uve di Moscato di Scanzo, perciò dolce ed aromatico, con una gradazione di soli 7% Vol.
A settembre 2014 viene presentato un nuovo prodotto: lo spumante brut millesimato “Celestino” DOC, Terre del Colleoni metodo classico, ottenuto da uve di Chardonnay ed incrocio Manzoni 6.0.13.
La filosofia aziendale de Il Cipresso è quella della ricerca e dell’inseguimento della qualità assoluta, del “poco ma buono” come saggezza popolare insegna. Numerose le attenzioni prestate alle viti, in primis la riduzione drastica d’uva per ceppo per ottenere il meglio, anche se a prezzo di una minor resa per ettaro. La produzione massima globale è infatti di 20.000-22.000 bottiglie l’anno.
Ogni vino dell’azienda ha una propria personalità decisa.
Il Moscato di Scanzo “Serafino”, vanto dell’azienda, è un passito davvero sorprendente per la vasta gamma aromatica, un bouquet fiorito, che culmina in interessanti note speziate, con un gusto dolce e suadente.
E’ un vino di antichissime origini, che finalmente sta tornando agli splendori di un tempo, che si riafferma, come era nel ‘700 e nell’800, come prodotto di nicchia di qualità assoluta e di incredibile ricercatezza.
Se nei secoli passati questo vino era così raro e prezioso da essere quotato sulla borsa di Londra, suo mercato preferenziale, anche oggi è difficile da trovare, essendo la DOCG più piccola d’Italia.
Il territorio di produzione, infatti, si limita alla sola collina di Scanzorosciate, caratterizzata da un terreno di origini moreniche, con particolari pietre bianche dette pietre di luna, che assorbono il calore del sole durante il giorno e lo trasmettono alle viti per rifrazione nella notte, contribuendo in maniera fondamentale all’identità e alla particolarità di questo vino da meditazione.

SERVIZI OFFERTI

Enoteca, degustazioni, visite guidate alla cantina

ALTRE NOTIZIE

Il Cipresso è l’unica azienda a possedere tutte e tre le Denominazioni di Origine del territorio bergamasco, ovvero: il Moscato di Scanzo DOCG, il Valcalepio DOC e il Terre del Colleoni DOC

Forse ti interessa anche...